• sabato, 14 dicembre - 17:10

    Presto altri due “articolo 90” per la Giunta Cozzolino

    Pubblicato il 14 febbraio 2015 da Redazione.

    CIVITAVECCHIA – La politica si sa è una bestia difficile da domare e ancor più da ammaestrare e chiunque si colloca su quelle poltrone, bianchi, rossi o verdi che siano, finisce per prendere le sembianze e i modi di chi l’ha preceduti senza nessuna eccezione.

    La notizia pervenutaci da un ristretto gruppo di consiglieri pentastellati, probabilmente avversi a tali logiche, è l’assunzione (prossima) di altri due articolo 90.

    Alla luce di ciò – e qualora i fatti confermassero la soffiata – non ci sarebbe nulla di strano e tanto meno di anomalo se non fosse che a farlo sarebbe quel Movimento Cinque Stelle, moralizzatore e anticasta, che ha basato la sua campagna elettorale contro tutto ciò che rappresentava la vecchia politica e i suoi metodi, puntando tutto sulla meritocrazia, la trasparenza  ed una oculata gestione delle casse comunali. E se non fosse che – secondo sempre le fonti di cui sopra – i due articoli 90 risulterebbero essere un delegato del sindaco e quindi una persona che ha già un incarico politico in seno alla giunta e un giovane avvocato molto vicino ad un assessore grillino.

    A questo punto non possiamo non chiedere ai diretti interessati quanto c’è di vero in questa storia e, nell’eventualità, quanto siano opportune queste due assunzioni in Comune, in considerazione del “profondo rosso” delle casse comunali, ed in virtù dell’attuale stato di tensione venutosi a creare tra giunta, dipendenti comunali e sigle  sindacali. Ci chiediamo anche se tali soldi non possano essere spesi in altro modo, ad esempio in servizi per la collettività (in manutenzione ordinaria?) e se abbiano verificato che a Civitavecchia non vi siano, sempre eventualmente, persone più qualificate di queste, dando così anche pari opportunità ai tanti giovani in cerca di un impiego.

    E come non stupirsi poi se a chi accusa la giunta di immobilismo spesso gli viene risposto che questo è la causa delle casse vuote del Pincio e poi si aggrava ulteriormente la spesa pubblica con l’acquisizione di altro personale? I cittadini, forse, si aspettano da questa giunta “fuori dagli schemi” una rottura col passato e, nel caso specifico, una razionalizzazione delle risorse umane e una maggiore valorizzazione dei tanti dipendenti comunali che già sono sui libri paga e, ovviamente, il rispetto del programma elettorale, degli impegni presi con gli elettori  e delle ideologie che contraddistinguono il movimento, che da sempre si dice contrario alle “parentopoli” e all’assunzione di personale al di fuori dagli schemi della meritocrazia.

    Per onor di cronaca abbiamo riportato quanto riferitoci perchè la riteniamo una notizia sulla quale riflettere e far riflettere, ovviamente siamo sempre disponibili a raccogliere commenti, repliche e/o smentite da parte degli addetti ai lavori.

    Antonio Cacace

  • Partecipazioni e

    Necrologi online

    Il servizio è attivabile da computer, tablet e smartphone con estrema comodità. Anche chi lavora e vive in altre città d'Italia e all'estero potrà tenersi informati sugli eventi luttuosi.

    Tel 328/2307777 mail:

    redazione@lavocedelpopolo.net