• sabato, 23 settembre - 02:21

    Buon Primo Maggio, la festa che non c’è

    Pubblicato l'1 maggio 2017 da Redazione.

    Buona festa del lavoro che non c’è. Ma, soprattutto, buona festa del lavoro che verrà.

    di Antonio Cacace.

    Anche quest’anno  torna a bussare alle nostre porte la Festa dei Lavoratori, una ricorrenza che da un pò di tempo a questa parte va ad intaccare il nervo scoperto degli italiani. Quando tutto manca, subentra la speranza a consolare gli animi, perché in fondo vale sempre lo stesso detto: ‘Aiutati, che Dio ti aiuta‘. Italiani, continuate a cercare, non arrendetevi (mai) perché chi cerca, alla fine, trova!

    Nell’augurarvi che possiate presto trovare quello che desiderate, La Voce del Popolo vi dedica queste parole trovate sulla rete:

    Auguro Buon “1° Maggio” a chi il lavoro lo avrà. A chi lo cerca. A chi lo ha avuto da poco. A chi, con la valigia piena di sogni e speranze, l’ha trovato lontano da qui. Al nord o all’estero. Ai giovani e ai giovanissimi. Ai laureandi preda di ansie e incertezze. E ai maturandi confusi e indecisi sul futuro. Buon 1 Maggio ai pensionati sottopagati, agli esodati del Governo italiano. Ai nostri anziani sottostimati ma che di lavoro si sono consumati. Ai cassaintegrati e ai precari. Buon 1 Maggio all’Italia, un paese che cerca la risalita. Buon 1 Maggio alla nostra amata città, ancora, in cerca d’identità.

    Buona festa del lavoro che non c’è. Ma, soprattutto, buona festa del lavoro che verrà: è questa l’unica mission da portare avanti insieme. Politica, istituzioni, associazioni e cittadini: uniti per poter (ri)augurare buon 1 Maggio senza arrossire. (autore non precisato)

  • Partecipazioni e

    Necrologi online

    Il servizio è attivabile da computer, tablet e smartphone con estrema comodità. Anche chi lavora e vive in altre città d'Italia e all'estero potrà tenersi informati sugli eventi luttuosi.

    Tel 328/2307777 mail:

    redazione@lavocedelpopolo.net