• martedì, 28 gennaio - 21:23

    Porto: trasferiti i porti di Pescara e Ortona “sotto” l’Authority di Civitavecchia

    Pubblicato il 27 settembre 2016 da Redazione.

    E’ arrivato il via libera in giunta regionale abruzzese per il trasferimento dei due porti su Civitavecchia.

    CIVITAVECCHIA – La giunta regionale d’Abruzzo ha approvato la delibera che recepisce lo schema di intesa tra Regioni Abruzzo e Lazio per il trasferimento dei porti di Pescara e Ortona all’Autorità Portuale di Civitavecchia.

    Nel provvedimento è contenuta anche la bozza di istanza motivata che sarà trasmessa al Ministero delle infrastrutture e trasporti. «È obiettivo comune delle due Regioni – si legge nella lettera d’intenti – sviluppare, potenziare e razionalizzare il sistema di interrelazione e scambio tra le stesse, con particolare riferimento alla mobilità delle persone e delle merci. In particolare è interesse delle due Regioni creare un corridoio merci Civitavecchia-Pescara-Ortona, in relazione al mutato contesto socio-economico, politico e culturale dei Balcani, oltre alla crescita degli scambi Italia-Mediterraneo, in particolare con l’Europa occidentale, la Turchia e l’est Europa».

    Il documento sottolinea come l’annessione dei porti abruzzesi all’Autorità Portuale di Civitavecchia, consentirebbe di arrivare alla creazione del tanto auspicato collegamento tra il Tirreno e l’Adriatico, con positive ricadute per l’efficienza della rete trasportistica nazionale e sotto il profilo ambientale, riducendo le emissioni di anidride carbonica in atmosfera. Va considerato inoltre che Roma e Pescara sono già collegate da una linea ferroviaria e da un’autostrada e ciò permetterebbe di pianificare strategie di trasporto in una logica di intermodalità.

    Tale iniziativa è la conseguenza del contenuto del decreto di riforma, in vigore dal primo agosto scorso, che consente alle Regioni, su istanza motivata e previa intesa con l’altra Regione interessata di aderire a una diversa Autorità Portuale. Ora la palla passa alla Conferenza delle Regioni e al Ministero.

  • Partecipazioni e

    Necrologi online

    Il servizio è attivabile da computer, tablet e smartphone con estrema comodità. Anche chi lavora e vive in altre città d'Italia e all'estero potrà tenersi informati sugli eventi luttuosi.

    Tel 328/2307777 mail:

    redazione@lavocedelpopolo.net