• sabato, 23 settembre - 02:15

    Calcio: The day after (la Real sconfitta) parla il Ds della CPC Patrizio Presutti

    Pubblicato il 21 novembre 2016 da Redazione.

    All’indomani della sconfitta col Real Monterotondo Scalo il Ds Patrizio Presutti torna sul dopo gara, in un’intervista atta a chiarire alcuni aspetti.

    DSC_5524.JPG

    CIVITAVECCHIA – La notte porta  sempre consiglio e nella fattispecie rasserena gli animi in vista del proseguo di stagione. Non era facile affrontare una categoria superiore come l’Eccellenza e tutti ne erano consapevoli in casa CPC. Il mondo sanguigno in cui si fonde questa realtà, fa sì che si voglia sempre ben figurare, o comunque  che si debba lottare sempre fino all’ultimo minuto disponibile.

    Dodici settimane di passione fino ad ora hanno portato solo nove punti nel carniere dei portuali e la situazione sembra aver raggiunto l’apice massimo delle responsabilità. Urge, sicuramente, un cambio di rotta.

    Di questo ne parliamo con il  Ds Patrizio Presutti:

    D – Giornata particolare quella di ieri vissuta con l’amaro in bocca, sia per il risultato che per la prestazione.
    R – Diciamo che quello che è stato fatto fino alla passata stagione ha dello straordinario, con l’arrivo dell’Eccellenza sapevamo che sarebbe stato difficile per una piccola realtà come la nostra, e cambiando veramente poco in fase strutturale eravamo consapevoli  e convinti che con questo gruppo saremmo andati avanti fino alla salvezza.

    D- Domanda retorica: oltre ai giocatori c’è fiducia nello staff intorno a loro?
    R – Il mister Castagnari e il suo staff saranno con noi fino a quando lo vorranno, nessuno crede che cambiarli porterebbe a una miglioria. Anzi crediamo che solo con loro riusciremmo a portare in salvo la stagione, e da parte nostra ci auguriamo che la sua figura  professionale rimanga ancora per anni qui con noi.

    D – Sul fronte dei giocatori.
    R – C’è delusione per le ultime gare senza dubbio, ma vogliamo credere che sia stato il fato a creare questa situazione in classifica. Siamo convinti che i giocatori sono le persone giuste al posto giusto, gli si chiede solo di lottare fino alla fine onorando la maglia che indossano, per non recriminare dopo e uscire a testa alta da ogni incontro.

    D – Per quanto concerne il mercato di riparazione quindi non verranno fatte modifiche eclatanti
    R – Interverremo lo stretto necessario rimpinguando la rosa sul fattore numerico con uno o due elementi. Siamo sicuri che questi giocatori ci porteranno alla salvezza.

    C’è da ripartire già da domenica con lo spirito che fino ad ora ha contraddistinto questa società  negli anni e chi ne ha fatto e fa parte tutt’ora. Col silenzio e il lavoro si arriverà laddove a giugno si era programmato.

     

     

  • Partecipazioni e

    Necrologi online

    Il servizio è attivabile da computer, tablet e smartphone con estrema comodità. Anche chi lavora e vive in altre città d'Italia e all'estero potrà tenersi informati sugli eventi luttuosi.

    Tel 328/2307777 mail:

    redazione@lavocedelpopolo.net