• domenica, 15 settembre - 20:34

    Securitas Metronotte, ancora nessuna risposta. FILCAMS CGIL: Situazione inaccettabile

    Pubblicato il 16 dicembre 2016 da Direttore.

    CIVITAVECCHIA – “Ancora nessuna risposta dall’azienda Securitas Metronotte in merito agli spostamenti a Roma dei lavoratori della vigilanza operanti nello scalo portuale cittadino, per presunte problematiche legate al calo di lavoro. La situazione sta diventando inaccettabile – dichiarano il segretario Filcams Roma Nord-Civitavecchia Marco Feuli e il delegato sindacale operante al porto Carlo Barreca – non solo abbiamo subito degli spostamenti totalmente iniqui, ma vorremmo capire perché la nostra azienda ha spostato dal porto di Civitavecchia lavoratori possessori di legge 104 (assistenza dei disabili) mandandoli a lavorare addirittura nel comune di Pomezia. Questi operatori debbono necessariamente essere occupati quanto più possibile vicino alla dimora del disabile da controllare, non solo lo stesso trattamento e stato riservato al rappresentante sindacale senza richiedere il nulla osta del sindacato stesso, come previsto dalla legge… Tutto questo è assolutamente grottesco, ci risultano anche periodi di ferie comunicati ai lavoratori senza alcun motivo plausibile.

    Siamo di fronte ad una situazione divenuta ormai ingestibile, – proseguono i sindacalisti – abbiamo deciso quindi di ricorrere alle vie legali oltre a quelle sindacali per veder rispettati i nostri diritti, visto anche che a giorni si terrà il tavolo delle trattative per la gestione della procedura di mobilità attivata qualche settimana fa dall’azienda, che prevede 52 licenziamenti sul territorio di Roma e provincia. Come Filcams continueremo a vigilare su entrambi i fronti, cercando una soluzione quanto più condivisibile. Se l’atteggiamento aziendale non cambierà andremo dritti per la nostra strada e ognuno si assumerà le proprie responsabilità”.

  • Partecipazioni e

    Necrologi online

    Il servizio è attivabile da computer, tablet e smartphone con estrema comodità. Anche chi lavora e vive in altre città d'Italia e all'estero potrà tenersi informati sugli eventi luttuosi.

    Tel 328/2307777 mail:

    redazione@lavocedelpopolo.net