• lunedì, 13 luglio - 18:11

    Scuola – Giudici: A Roma succede anche che bambini disabili restano a casa

    Pubblicato il 16 settembre 2013 da Redazione.

    Disservizi da paese arretrato. Bambini rimasti a casa, autisti che non conoscono le strade, ritardi di ore e percorsi infiniti

    ROMA – Disservizi da paese arretrato. Bambini rimasti a casa, autisti che non conoscono le strade, ritardi di ore e percorsi infiniti.

    “E’ vergognoso che ancora oggi alcuni bambini disabili siano lasciati a casa per i disservizi degli scuolabus e che altri vengano riportati a casa con ore di ritardo, dopo viaggi lunghissimi, da autisti che non conoscono le strade”. Lo dichiara in una nota Marco Giudici, presidente della commissione trasparenza del Municipio XII di Roma.

    “Da mercoledì scorso – prosegue la nota – sono iniziati i disagi per numerose famiglie di Roma. Ho ricevuto dei reclami sull’operato della Multiservizi da parte di alcune mamme. E’ anche accaduto che i pulmini provenienti dalla scuola speciale Vaccari, nel quartiere Prati, nelle ore di punta hanno fatto tappa al Casilino per raggiungere Monteverde, due quartieri agli antipodi di Roma, con gravi disagi per i bimbi trasportati. Inoltre, gli autisti cambiano ogni giorno, spesso non conoscono le strade e disorientano sia il bambino disabile, sia le mamme, perché entrambi non hanno più una persona fissa a cui fare riferimento nel tempo del tragitto”.

    “Purtroppo la malagestione dell’amministrazione Marino sta colpendo i più deboli. Chiedo che sia fatta chiarezza su questo disservizio da paese arretrato e che siano rispettati i diritti basilari dei bambini disabili – conclude Giudici – ad essere messi in condizioni di partecipare alla vita sociale al pari di tutti i bambini”.

  • Partecipazioni e

    Necrologi online

    Il servizio è attivabile da computer, tablet e smartphone con estrema comodità. Anche chi lavora e vive in altre città d'Italia e all'estero potrà tenersi informati sugli eventi luttuosi.

    Tel 328/2307777 mail:

    redazione@lavocedelpopolo.net