http://www.lavocedelpopolo.net http://www.lavocedelpopolo.net/20821/sulle-spiagge-gli-info-poitn-della-capitaneria-di-porto/

Sulle spiagge gli “Info-Point” della Capitaneria di Porto

16 agosto 2014

COMPRENSORIO - Tra le tante attività promosse dalla Guardia Costiera nell'ambito del progetto “Mare Sicuro” anche l'allestimento lungo le coste di giurisdizione della Capitaneria di porto di Civitavecchia di appositi info-point. Quattro gli stand collocati in prossimità delle spiagge libere maggiormente frequentate nei Comuni di Civitavecchia, Montalto di Castro, Santa Marinella e Ladispoli, presidiati dal personale del Corpo pronto ad affrontare con garbo e professionalità eventuali problematiche sottoposte dagli utenti ed ad elargire consigli utili. Nell'ambito della iniziativa distribuiti anche appositi depliant informativi di facile lettura e comprensione, destinati ai bagnanti e contenenti semplici ma essenziali suggerimenti per prevenire tragiche conseguenze.

Proprio presso le strutture degli info-point a Ferragosto il Direttore Marittimo del Lazio ha incontrato per un saluto i Sindaci delle località dove sono stati installati i punti di informazione, ed ha assistito alla manifestazione della “giornata sulla sicurezza in mare” tenutasi a Montalto di Castro che ha visto in primo piano simulazioni di soccorsi con l’intervento dei cani di salvataggio e dei Vigili del Fuoco. Sono state, altresì, illustrate quelle che sono le manovre di rianimazione da effettuare per un primo intervento in queste situazioni, riscuotendo interesse nei bagnanti presenti.

Nelle prime ore della mattinata odierna la Guardia Costiera ha rinvenuto il corpo senza vita del ventunenne, cittadino della Repubblica dell’India, scomparso il 14 agosto scorso nello specchio acqueo antistante il litorale di Sabaudia. A ritrovare il cadavere, a circa mezzo miglio dal faro di capo San Felice Circeo, e’ stato l’equipaggio della motovedetta della guardia costiera CP 2074, dipendente dall’Ufficio Circondariale Marittimo di Terracina. Nelle ricerche sono state impiegate tre motovedette della Capitaneria di porto, un battello pneumatico ed i sommozzatori dei Vigili del Fuoco ed, in successione, mezzi aerei appartenenti a Corpi, Forze Armate e di Polizia, coordinati dalla Centrale Operativa della Guardia Costiera di Terracina, che hanno lavorato ininterrottamente nonostante le cattive condizioni del mare. L’immediato intervento di due assistenti bagnanti aveva consentito di trarre in salvo gli altri tre ragazzi appartenenti alla comitiva del giovane deceduto.

La Guardia Costiera – Capitaneria di Porto sottolinea ancora una volta l'importanza di tenere a mente e mettere in pratica i più comuni consigli per una sicura balneazione, soprattutto quando il mare è agitato, per evitare pericoli e scongiurare quindi situazioni tragicheie.